Bonus condizionatori 110%: come funziona e chi può richiederlo

Arriva il bonus condizionatori al 110%. Il decreto Rilancio, approvato in via definitiva al Senato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale già nei giorni scorsi, contiene agevolazioni (e detrazioni) per quanto riguarda gli impianti di climatizzazione. Nonostante manchino ancora i decreti attuativi dell'Agenzia delle Entrate e del ministero dello Sviluppo Economico, è comunque possibile tracciare le coordinate degli interventi che beneficeranno delle agevolazioni. Non tutti gli edifici, infatti, rientrano nell'elenco di quelli destinati alle misure previste dal Superbonus. Ma non solo. È necessario rispettare alcuni requisiti vincolanti che aprono la porta d'acceso alle detrazioni. 

Bonus condizionatori 110%: quando si applica

La detrazione, si legge nel testo di legge, si applica nella misura del 110 per cento per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo.

Come accedere alla detrazione 

Le detrazioni previste nel Superbonus 110% sono applicabili per 

  • interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno”.

- “interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione, del 18 febbraio 2013, a pompa di calore, ivi compresi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici”

Esiste, poi, un percorso da compiere per accedere al Superbonus 110% approvato nel decreto Rilancio, che prevedere alcuni passaggi fondamentali. Prima di partire, infatti, bisogna capire se l'immobile su cui si vuole operare rientra nella categoria di quelli considerati dal testo e verificare la fattibilità degli interventi per il risparmio energetico che devono essere certificati da esperti. In seguito, fatte le dovute valutazioni, si può davvero iniziare contattando l'azienda a cui affidare i lavori.