Covid: perché il climatizzatore può aiutare a ridurre il rischio contagio

I climatizzatori non diffondo il covid. Anzi, possono contribuire a ridurre il rischio di contagio. A sostenerlo è la Cna, Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa che, insieme ad Aicarr e altri, ha patrocinato una guida disponibile online, in cui utenti e consumatori possono trovare tutte le informazioni utile su climatizzatori e covid-19. Ma non solo. Il documento, utilizzando fonti ufficiali come l’Organizzazione mondiale della sanità, illustra le modalità di trasmissione del virus, efficacia della ventilazione, come sfruttare gli impianti di climatizzazione e i benefici derivanti. 

Dopo mesi di false informazioni, dibattiti, studi e paure, cerchiamo di capire perché “gli impianti di climatizzazione non diffondono il Coronavirus, non  costituiscono una minaccia alla nostra salute”, ma rappresentano, invece, se ben utilizzati, “una importante opportunità per diluire il rischio da contagio”.

Perché la climatizzazione può aiutare a ridurre i rischi di contagio?

Uno dei principi alla base della ricerca che ha prodotto la guida, si basa sul fatto che “maggiore è la quantità d’aria esterna che viene introdotta, pulita rispetto al virus, maggiore è la diluizione di carica virale che si ottiene”. Quindi, un modo efficace per ridurre il rischio di contagio “è la ventilazione degli ambienti che può essere attuata aprendo le finestre (aerazione) o tramite sistemi mecca­nici (ventilazione meccanica). L’impianto di climatiz­zazione, che fa anche ventila­zione, immettendo aria esterna contribuisce a ridurre il rischio di contagio tramite diluizione”. Attenzione, però, avverte la guida: “Nessun sistema di ventilazione può eliminare tutti i rischi ma, come abbiamo sottolineato prima, può senz’altro contribuire, e non poco, a ridurli”.   

I vantaggi derivanti dall’uso dei climatizzatori

La guida proposta, inoltre, spiega quali  sono i vantaggi derivanti dall’uso dei climatizzatori che fanno anche ventilazione immettendo aria esterna. “Il vantaggio della ventilazione meccanica, sia essa dedicata, o inclusa nell’impianto di climatizzazione - si legge - è la possibilità di filtrare l’aria esterna immessa in ambiente, cioè di depurarla da polveri, particolato in sospensione, pollini, etc., cosa ovviamente non possibile con la semplice apertura delle finestre, e di poter fornire a ogni ambiente in ogni momento, indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne, la quantità l’aria esterna desiderata”.