Guida alla scelta del deumidificatore portatile

La scelta del deumidificatore è certamente una scelta di salute e risparmio. Come vale per ogni dispositivo tecnologico, ci piace ricordare che non esiste il deumidificatore perfetto, ma solo quello perfetto per le esigenze specifiche dell’utente. La scelta del deumidificatore, dunque, sta proprio qui: individuare con precisione le esigenze specifiche e trovare un dispositivo che per prezzo e performance riesca a soddisfarci pienamente.

Il deumidificatore è uno strumento che estrae una frazione d’acqua presente nell’aria sotto forma di vapore acqueo e che più colloquialmente definiamo “umidità”. Se l’umidità si mantiene infatti sotto il 50%, la percezione della temperatura al suo interno sarà meno intensa e l’aria che si respira manterrà elevati standard di salubrità, tenendo lontani muffa, acari, batteri e funghi.

Come scegliere il deumidificatore portatile elettrico?

Ecco alcuni elementi che ti aiuteranno a scegliere un buon deumidificatore portatile elettrico per le tue esigenze:

1)      Capacità di deumidificare: sull’etichetta del deumidificatore compare un valore in litri, come ad esempio 10, 14 o 20. Questo numero indica i litri di vapore acqueo che il sistema cattura in una determinata unità di tempo, che di solito è una giornata di attività.

2)      Se desideri deumidificare più di una stanza, potresti trovarti davanti alla necessità di dover acquistare più di un deumidificatore, uno per ogni stanza in cui lo si desidera.

3)      Timer di accensione e spegnimento: addormentarsi con il deumidificatore acceso può avere un certo impatto sulla bolletta elettrica. Alcuni di questi strumenti sono dotati di una manopola o un telecomando per regolare l’ora di accensione e spegnimento, così da tenere sempre sotto controllo umidità e spese. Alcuni modelli di deumidificatore, invece, si accendono automaticamente quando l’umidità della stanza raggiunge una certa percentuale. Noi ti consigliamo di impostarne l’accensione quando l’umidità sale sopra il 55/60%.

Ricordati inoltre che il deumidificatore non è un purificatore dell’aria e che, per la sicurezza degli ambienti, è caldamente consigliato di arieggiare la stanza almeno una o due volte al giorno, così fa favorire il recircolo.